• Uno strumento nuovo

    C’è proprio bisogno di una nuova Fondazione?
    La Fondazione di Comunità è uno strumento realmente necessario e veramente nuovo?

    Si, perché:

    1. mi permette di dare di più con meno. Infatti per effetto dei benefici fiscali previsti dall’attuale normativa, a parità di condizioni, il valore della mia donazione aumenta in modo sensibile. Questo è importante perché non tutte le organizzazioni o gli enti sono in grado di attivare un meccanismo di agevolazione fiscale (si pensi alle parrocchie);
    2. perché ho la possibilità di fare una donazione stabile e certa nel tempo anche in un futuro molto lontano (per esempio creare un fondo che possa continuare quelle che sono le mie finalità o le mie volontà);
    3. perché posso fare una donazione anche a organizzazioni che incontrano difficoltà burocratiche a ricevere una donazione (per esempio un reparto di un ospedale dove è stato curato un mio caro, ecc); in questi casi, sarà la Fondazione ad individuare le modalità più efficaci per realizzare questa mia volontà;
    4. perché c’è qualcuno che è in grado di controllare che la donazione vada a buon fine e che tiene monitorate le attività anche successivamente alla donazione;
    5. perché fare una donazione può essere complicato e invece farlo attraverso la Fondazione è semplicissimo (niente pratiche inutili e trasparenza assoluta di come sono utilizzati i fondi);
    6. perché la totalità della somma che decido di donare verrà destinata allo finalità prevista (ad es. non ci sono percentuali di intermediazione);
    7. perché, con il testamento, posso destinare il mio patrimonio (o parte dello stesso) ad un soggetto che porterà avanti le mie volontà di beneficenza.